Contenuto principale

CASSAZIONE 18 DICEMBRE 2014, N. 52649

Giustizia

L'abbagliamento da raggi solari del conducente di un automezzo non integra il caso fortuito - che si realizza quando un fattore causale, sopravvenuto, concomitante o preesistente ed indipendente dalla condotta del soggetto, renda eccezionalmente possibile il verificarsi di un evento, assolutamente non prevedibile e non evitabile - e, pertanto, non esclude la penale responsabilità per danni che ne siano derivati alle persone. In una tale situazione (di abbagliamento) infatti il conducente è tenuto ad interrompere la marcia, adottando opportune cautele onde non creare intralcio alla circolazione ovvero l'insorgere di altri pericoli, ed attendere di superare gli effetti del fenomeno impeditivo della visibilità.

Cassazione 18 dicembre 2014, n. 52649